zona-franca-sardegna-logo

Domenica, 06 Aprile 2014 14:40

Francesco Scifo

 

Francesco Scifo, nato a Civitavecchia il 24 giugno 1966, laureato a Cagliari nella Facoltà di Giurisprudenza, è il Segretario del Movimento Sardegna Zona Franca e consulente legale di esso fin dalla sua creazione. Braccio destro della Dott.ssa Randaccio, Scifo ha conseguito una specializzazione post laurea presso l'Istituto di Studi Europei "Alcide De Gasperi" di Roma, seguendo inoltre corsi per la magistratura, occupandosi di politica economica internazionale e scrivendo su vari giornali. Esperto di diritto tributario, durante la sua carriera ha scritto vari articoli di filisofia, diritto, politica, storia e delle biografie di uomini illustri (Siotto Pintor, Cavour, Cattaneo, Mazzini e Gandhi). Dal 1998 è avvocato e dal 2010 esercita il libero patrocinio in Cassazione e davanti alle Giuridizioni Superiori Nazionali e internazionali. Ha trascorso anche brevi periodi di studio a New York, Londra, Parigi, Roma, Barcellona, Monaco di Baviera, Strasburgo.

Nella vita, oltre alla professione di avvocato, ha praticato nel tempo nuoto, pallanuoto, pallacanestro, calcio, tennis e canoa. Scifo ha svolto il regolare servizio militare nell'Esercito Italiano.

E' appassionato di saggi di tutti i tipi, di archeologia e dello studio delle tradizioni popolari. 

Pubblicato in Movimento
Domenica, 14 Luglio 2013 23:13

Promesse da mercante o tempi tecnici?

bivio-sardegnaSecondo una nota dell'avv.Scifo, oggi 14 luglio è scaduto il termine dei dieci giorni promessi per la convocazione di un altro tavolo tecnico al Ministero dell'Economia e delle Finanze per discutere riguardo la zona franca. Vogliamo credere ancora che sia una questione di semplici tempi tecnici o è arrivato il momento di far sentire con forza l'urlo del Popolo Sardo? Nell'incontro che si terrà tra qualche giorno a Marrubiu si potranno decidere le strategie da adottare e la tempistica. Nel frattempo, mentre nel campo degli attivisti perdura una certa voglia di rivalsa, nei meandri della stampa locale, degli auroparlamentari sardi e della Confartigianato ci si sbizzarrisce a chi la dice più grossa. Secondo una ricerca della CNA infatti,  prendendo in esame la comparazione fra la situazione della Sardegna con quella delle isole Canarie, nonostante queste ultime godano di benefici fiscali e doganali - le performances non sono migliori di quelle nostrane, a causa della  “scarsa capacità innovativa delle imprese, bassa produttività, bassi livelli di Pil pro-capite e, soprattutto, indicatori critici di welfare e lavoro (specialmente per quanto riguarda sanità e occupazione giovanile)”.

Sempre secondo lo studio della CNA, la disoccupazione giovanile nelle Canarie raggiunge quasi il 63% mentre quella in Sardegna è intorno al 47%. Invece, secondo un rapporto redatto dallo Studio Legale Fernandez, specializzato in investimenti per nuove attività nelle Canarie, "la situazione economica ha presentato, negli ultimi dieci anni, una crescita del PIL superiore alla media europea e nell’ultimo quinquiennio, superiore alla media nazionale, eccetto nell’ultimo anno. Questo si traduce in un’economia caratterizzata dal dinamismo  e la maggior sensibilitá ai cambiamenti rispetto al resto d’Europa, dovuto alla sua forte interdipendenza ai principali mercati europei.

E' possibile trovare l'articolo completo nella pagina http://www.nonbisinidem.com/dati-macroeconomici-delle-canarie-sistema-fiscale-canarie_268

Le numerose testimonianze provenienti da persone che hanno scelto le Canarie come riferimento per iniziare una nuova attività dimostrano che quella della Zona Franca è un' ottima scelta. Ed ora chiediamo a tutti quelli che scrivono contro: ABBIAMO ALTRE ALTERNATIVE?

 

 

 

Pubblicato in News Sardegna

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign