zona-franca-sardegna-logo

Trattato di Lisbona (2007)

  • Giovedì, 05 Febbraio 2015 22:00
|  
(1 Vota)
|   Etichettato sotto   

 

Il Trattato, firmato il 13 dicembre 2007, è entrato in vigore il primo dicembre 2009, a seguito di ratifica da parte di ognuno dei 27 Stati membri.

Il Trattato è entrato in vigore il primo dicembre 2009 a seguito di ratifica da parte di tutti i 27 Stati membri e prevede incisive riforme istituzionali e procedurali relative al funzionamento dell’Unione Europea, finalizzate ad adeguarla all’ampliamento a 27 Stati membri, nonché ad eventuali ulteriori ampliamenti.

Il Trattato modifica il Trattato sull’Unione europea (TUE, noto anche come Trattato di Maastricht) ed il Trattato che istituisce la Comunità europea (TCE, già denominato Trattato di Roma), ridenominato Trattato sul Funzionamento dell'Unione europea (TFUE), senza tuttavia sostituirli. Pur venuta meno la qualifica di carattere costituzionale, il nuovo trattato riproduce molti degli elementi principali che caratterizzavano il trattato che adotta una Costituzione per l'Europa del 2004.
Con il TUE, i principi cardine introdotti dal Trattato, raggruppati in uno specifico Titolo denominato "Disposizioni relative ai principi democratici", sono i seguenti:
- il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alle istituzioni dell’Unione (articolo 9);
- il principio della democrazia rappresentativa, secondo il quale i cittadini devono essere rappresentati all'interno delle istituzioni dell'Unione (direttamente nel Parlamento europeo, mediante elezioni, e indirettamente nel Consiglio europeo e nel Consiglio dei Ministri, tramite i propri governi, a loro volta responsabili di fronte ai rispettivi parlamenti nazionali – articolo 10);
- il principio della democrazia partecipativa, in base al quale i cittadini e le associazioni di cittadini possono partecipare attivamente alla vita dell'Unione, che a sua volta si impegna a dialogare con essi (articolo 11).
Notevole rilievo viene, inoltre, attribuito ai diritti umani, con specifico riconoscimento della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, allegata al Trattato di Lisbona, e dalla Convenzione europea di salvaguardia dei diritti dell'uomo, cui l’unione aderisce (articolo 6).
Il TUE - che si compone di 55 articoli - contiene, inoltre, una sommaria descrizione della funzione delle diverse istituzioni comunitarie ed un’ampia sezione (Titolo V) dedicata all’azione esterna dell’Unione ed alla Politica estera e di sicurezza comune.
Infine, oltre alle procedure di adesione all'Unione europea, viene previsto il diritto dei parlamenti nazionali e del Parlamento europeo a essere informati circa le domande di adesione presentate e – per la prima volta esplicitamente previsto - il diritto di uno Stato membro di recedere dall'Unione.

 

 

Letto 1441 volte Ultima modifica il Martedì, 10 Novembre 2015 20:42
Download allegati:

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!