zona-franca-sardegna-logo

Randaccio: siano Attilio Mulas, Salvatore Ruiu e Giampiero Spanu a guidare i sardi nel percorso fiscale

  • Mercoledì, 01 Gennaio 2014 19:18
|  
(1 Vota)
Pubblicato in News Sardegna  
|   Etichettato sotto   

randaccio-m-rosaria2Cagliari, 1 gennaio 2014 ore 18.30.

Riceviamo e pubblichiamo la risposta formale della Dott.ssa Maria Rosaria Randaccio all'articolo dell'Unione Sarda:

"Ieri a pagina 46 de l’Unione Sarda del 31 dicembre 2013 - con sorpresa e meraviglia - ho scoperto che ci siamo spaccati sulla Zona Franca, e che la spaccatura è stata voluta da espertissimi e validissimi Fiscalisti, che ci hanno tenuta nascosta fino ad oggi la loro straordinaria preparazione giuridica, così sopraffina da pensare che sia giunta l’ora di eliminare dal Movimento Sardegna Zona Franca coloro che fino ad oggi l’hanno guidato, ossia la sottoscritta e l’Avvocato Scifo, ritenendosi (loro) piu’ esperti e quindi superiori (ai suddetti) su una materia cosi complessa quale è la normativa internazionale europea e nazionale sulla istituzione e gestione della Zona Franca in Sardegna.

Infatti abbiamo scoperto che i Dorgalesi guidati da Attilio Mulas, Salvatore Ruiu e Giampiero Spanu, hanno superato brillantemente la capacità intellettuale e culturale dei loro maestri Scifo e Randaccio, ed ora vogliono loro fare da guida a tutto il popolo sardo, nei tortuosi problemi giuridici collegati ad un diritto negato ai sardi da 65 anni, proponendosi come i veri titolari di una conoscenza che i partiti storici - compreso Cappellacci - non possiedono, e loro invece sì!


Competenza che fino ad oggi ci hanno tenuta nascosta (non capiamo perché, visto che sarebbe stato meglio confrontarsi e visto che c’è sempre da imparare), competenza che ritengono sia talmente profonda e alta da proporsi come unica guida del popolo sardo in una nuova Lista Civica, unica alternativa vera valida e concreta all’operato di quei giuristi che evidentemente considerano assieme a qualcun altro, da strapazzo!


Ma allora ci chiediamo perché non avete collaborato con noi, perché non avete indicato anche a noi quali sono le cose che noi (Scifo e Randaccio) non conoscevamo e voi invece sì, e perché non ci avete indicato quali sono le cose che Cappellacci avrebbe potuto fare in tutti questi mesi e che invece (a parer vostro) non ha voluto fare, cose che avreste potuto suggerire, visto che noi le avevamo dimenticate.
A me risulta invece (contrariamente a quello che voi affermate) che tutte le cose utili alla realizzazione della zona franca in Sardegna, portate dalla sottoscritta all’attenzione del Presidente, siano state portate a compimento.

Manca solo la pubblicazione sulla GUCE Europea, ma questo non dipende da Cappellacci, dipende esclusivamente dal Dott. Peleggi, Direttore Generale delle Dogane di Roma, che come sapete è stato persino “diffidato ad adempiere” da parte del Governatore Cappellacci.
Sostenete che Voi al posto suo avreste fatto di meglio e di più. Tutto da dimostrare, dal momento che avete fatto deliberare il vostro Sindaco Angelo Carta, per la "Zona Franca al Consumo" con il documento predisposto dalla Dott.ssa Randaccio!

Come mai, se è vero che siete cosi bravi, non ne avete invece predisposto uno migliore,

frutto della vostra straordinaria competenza Giurico-Fiscale, e come mai fino ad oggi avete taciuto sulla vostra competenza che ritenete tanto migliore della nostra da pretendere di prendere il posto di chi fino ad oggi si è speso totalmente per la causa Zona Franca (Scifo, Randaccio).

In attesa di conoscere i vostri suggerimenti giuridico fiscali, ritengo sia opportuno ritirarmi in buon ordine e lasciare a Voi Grandi Professoroni il prosieguo della materia,

dando a Voi il compito di indicare ai Sardi quali siano i passi da compiere per operare concretamente in regime di Zona Franca a decorrere da oggi 1° Gennaio 2014, a meno che non apparteniate alla razza di quei sardi che ho incontrato oggi in rete e che affermano: “piuttosto che far vincere Cappellacci è meglio perdere la Zona Franca”!"


Maria Rosaria Randaccio

 

PDF download L'ARTICOLO APPARSO SU L'UNIONE SARDA

 

 

 

 

 

Letto 6423 volte Ultima modifica il Mercoledì, 01 Gennaio 2014 20:26

Written By:

ZonaFranca

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!