zona-franca-sardegna-logo

ZONA FRANCA IN SARDEGNA: GIAVE E DOMUSNOVAS TRA IL BASTONE E LA CAROTA

  • Giovedì, 27 Settembre 2018 09:55
|  
(13 Voti)
Zonafranchisti Zonafranchisti Zonafranchisti

 

Ancora una volta i prefetti non intervengono quando sono chiamati in causa o si defilano, come ha fatto il prefetto Romilda Tafuri nella risposta data ieri alla sindaca di Giave Maria Antonietta Uras qui sotto allegata. Tale risposta non soddisfa per niente i vertici del Movimento Sardegna Zona Franca che, nella persona della presidente Maria Rosaria Randaccio, commentano così: "Il Prefetto nella sua risposta propone interpretazioni che non trovano riscontro nella realta, come richiamare - senza dare dovuti riscontri di numeri e date - ipotetiche sentenze della Corte Costituzionale che farebbero divieto alla Regione Sardegna di poter disciplinare unilateralmente la propria Zona Franca istituita con il D.lgs. n. 75/1998 e coincidente con i confini naturali dell isola. A noi invece risulta che la Corte di Cassazione Sezione Terza civile con Sentenza n. 3283 del 12.02.2008 abbia precisato che la tardiva o inesatta applicazione di una direttiva comunitaria deve configurarsi come violazione di norme cogenti ai sensi art. 11 della nostra Costituzione e quindi come condotta illecita fonte di obbligazione risarcitoria. Cosi come ci risulta che ai sensi dell art. 14 del D.lgs. n. 114/2016 e dell art. 1 comma 514 della Legge n.147/2013 lo Stato Italiano abbia rinunciato alla propria SOVRANITA FISCALE a favore della Regione Autonoma della Sardegna prevedendo che la stessa regione debba articolare le proprie aliquote fiscali fino ad annullarle; ovviamente si tratta delle aliquote fiscali che competono ai territori extradoganali in quanto dichiarati e attivati come Zona Franca."

In virtù della battaglia da anni intrapresa per il riconoscimento della zona franca integrale in Sardegna, forse ha fatto bene il sindaco di Domusnovas Massimiliano Ventura a dichiarare senza "se" e senza "ma" l'attivazione della zona franca al consumo nel proprio territorio, firmando delibere senza precedenti che eliminano le accise e l'Iva sui carburanti e stipulando addirittura un contratto per la somministrazione dell'energia elettrica con una società ancora poco conosciuta. Un sindaco coraggioso che è andato avanti a muso duro senza attendere imbarazzanti e poco gratificanti risposte da coloro che in questi anni si sono dimostrati contrari alla causa. 

Insomma, che la Sardegna sia zona franca non v'è dubbio. Rimane da valutare quali metodi avranno più successo; quelli cauti e giurisprudenziali dei professionisti del Movimento, o quelli coraggiosi e audaci del sindaco di Domusnovas.

Naturalmente noi tifiamo per entrambi.

 

 

 

Letto 2280 volte Ultima modifica il Giovedì, 27 Settembre 2018 13:45
Download allegati:

Written By:

Ufficio Stampa

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!