Stampa questa pagina

ELEZIONI SARDEGNA 2019. GLI EX DEL MOVIMENTO SI SEPARANO PER TUTELARE L'ARGOMENTO ZONA FRANCA

|  
(8 Voti)
Pubblicato in News Sardegna  
Paolo Aureli in conferenza Paolo Aureli in conferenza ZonaFrancaSardegna.com

 

I zonafranchisti sardi non hanno proprio pace. Prima la "separazione" degli ex vertici del Movimento Zona Franca, l'avv. Francesco Scifo e l'avv. Paolo Aureli con il gruppo di Sardi Liberi e la Dott.ssa Maria Rosaria Randaccio con quello del Centro Destra, poi la notizia comparsa oggi sui giornali che la stella nascente, la dott.ssa Ines Pisano - magistrato del Tar del Lazio e nuova beniamina dei zonafranchisti del web - ha rinunciato alla candidatura a governatore. Nonostante però i numerosi colpi di scena di questi ultimi mesi, i zonafranchisti possono dormire sonni tranquilli visto che l'argomento "zona franca" verrà trattato in campagna elettorale proprio da coloro che al momento sono i maggiori esperti del settore e che da 7 anni a questa parte sono stati i protagonisti della grande e storica battaglia dei Sardi per questo diritto mai attuato. 

La campagna elettorale si prospetta già infuocata, come dimostra il commento al vetriolo dell'avvocato Paolo Aureli, candidato con Pili su Iglesias, relativo alle affermazioni del candidato Cinque Stelle Francesco Desogus circa la presunta inattuabilità della zona franca in Sardegna. 

Secondo Aureli "il Candidato del M5S alla Presidenza della Regione confonde in maniera imperdonabile il concetto di zona franca con quello di abbattimento delle imposte sui redditi. Ignora completamente che in zona franca, secondo la attuale disciplina dell’Unione Europea, quello che si abbatte per le merci che provengono dall’estero per essere lavorate e riesportare, sono solo i dazi doganali, l’IVA all’importazione e le accise sulla produzione. Ciò rappresenta un grande vantaggio per la produzione e per la internazionalizzazione del mercato anche Sardo. Ecco non è questione di ideologia ma di semplice competenza su alcune materie. Qui in fatto di zona franca tale competenza mi sembra latitare. Dire anche adesso a distanza di venti anni dalla mancata esecuzione del D.lgs. n. 75 del 1998 che la zona franca sia inattuabile è un peccato mortale nei confronti del sacrosanto diritto dei sardi alla espansione della propria economia."

Insomma, a difendere i diritti dei Sardi ormai rimangono veramente in pochi e - come sempre ribadito dai tecnici del Movimento Zona Franca, le leggi ci sono, devono semplicemente essere applicate. 

 

 

 

 

Letto 1561 volte Ultima modifica il Venerdì, 18 Gennaio 2019 22:25

Written By:

Ufficio Stampa

Ultimi da Ufficio Stampa