zona-franca-sardegna-logo

Franceschini rilancia la tassa su smartphone e tablet: +500% rispetto a quella introdotta nel 2009

  • Giovedì, 06 Marzo 2014 15:41
|  
(0 Voti)
Pubblicato in News Italia  
|   Etichettato sotto   
Il timbro della SIAE Il timbro della SIAE Image: mobileblog.it

 

Il pensiero comune, dopo questa ennesima notizia relativa alla tassazione, è che a breve dovremo dare ragione al detto "pagare anche l'aria che si respira".

Pare che il Governo colpirà il settore che al momento non ha avuto crisi, l'unico, e cioé quello dell'informatica e dell'high tech.

Infatti verranno tassati tutti i dispositivi elettronici che possono registrare e hanno funzioni di archiviazione digitale.

Tale tassa, che in realtà esiste già, è richiesta perché la Siae ha recentemente depositato al Governo una petizione con 500 firme di personaggi illustri, soprattutto cantanti ed autori, i quali recriminano una "rideterminazione dei compensi per copia privata".

Questa tassa - in base al Decreto del 30 dicembre 2009 - consterà di un aumento del 500%. In poche parole, mentre adesso quasi non ci si accorge di pagarla, poiché essa incide per esempio in uno smatphone di circa 90 centesimi, da ora in poi pagheremo da 5,20 euro per i nuovi smartphone e tablet ad un massimo di 40 euro per decoder con memoria interna.

Al Ministro Franceschini, al quale il suo predecessore ha voluto lasciare la patata bollente, toccherà il compito di decidere in favore o di una ferrea applicazione del decreto sopra citato, oppure di graziare noi poveri internauti high tech dipendenti con un ritocco al ribasso di questa tassa, che già il Governo precedente aveva ipotizzato.

Secca la replica di  Marco Pierani (Altroconsumo)

"Chi acquista musica e film legalmente da piattaforme online, paga già i diritti d’autore per poterne fruire e fare copie su un certo numero di supporti sulla base di una licenza. A fronte dei 500 illustri autori e artisti noi abbiamo raccolto oltre 14 mila firme di persone “comuni” che hanno supportato la nostra petizione"

Approfondisci sul Corriere della Sera

Letto 1884 volte Ultima modifica il Martedì, 10 Novembre 2015 21:44

Written By:

Luciana Carta

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!