zona-franca-sardegna-logo

Zona Franca in Lombardia: ricorso all'Europa per accelerare i tempi di attuazione.

  • Mercoledì, 02 Aprile 2014 10:47
|  
(1 Vota)
Pubblicato in News Italia  

 

La Lombardia non scherza. Nel Consiglio Regionale di mercoledì scorso è stato inserito un emendamento ad hoc nella Risoluzione per la Commissione Europea con lo scopo di creare zone di fiscalità agevolata (ZES) per ridare attrattività alle imprese del territorio di confine e frenare il fenomeno della delocalizzazione.

Tra le voci della Proposta di Legge che sarà presentata al Parlamento dalla Regione Lombardia si trovano:

1) l'esenzione dalle imposte sui redditi (IRES) per i primi 8 periodi di imposta per le imprese di nuova costituzione, che per le PMI viene estesa anche per ulteriori 3 anni nella misura del 50%;
2) l'esenzione dall'IRAP per i primi 5 periodi di imposta, mentre per le PMI l'esenzione viene estesa anche per i 3 anni successivi, nella misura del 50%;
3) l'esenzione dall'IMU e dalla TARSU per 5 anni per gli immobili posseduti dalle stesse imprese e utilizzati per l'esercizio delle nuove attività;
4) la riduzione del 50% dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente a carico delle aziende per i primi 5 anni. Per i tre anni successivi la
riduzione è del 30%;
5) l'esenzione completa delle imposte doganali e IVA sulle attività di importazione, esportazione, consumo e circolazione per tutti i prodotti che entrano,
vengono lavorati e poi esportati attraverso la Zona Franca.

Agevolazioni anche per le imprese già presenti nella ZES: esenzione al 50% dell'Irap, riduzione dei contributi a carico delle aziende e l'esenzione Iva e dazi.

Secondo la consigliera della Lega Nord Francesca Brianza è necessario che le regioni europee abbiano la possibilità di istituire direttamente le zone franche nei propri territori, ovviamente in accordo con l'autorità statale, ma senza passare attraverso una procedura molto lenta e comlicata, quella attuale, che rimanda di fatto la questione alla sola discrezione dello Stato membro.

Ma i Sardi cosa ne pensano? Sarà scelta obbligata che si trasferiscano le aziende sarde in Lombardia o potremo invece accampare un diritto che ci appartiene prima di quello dei lombardi?

Letto 2118 volte Ultima modifica il Martedì, 10 Novembre 2015 21:41

Written By:

Luciana Carta

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!