zona-franca-sardegna-logo

Mercoledì, 17 Luglio 2013 18:15

Sardegna, la terra più spopolata al mondo.

Maria Rosaria Randaccio


Maria rosaria randaccioHo seguito l'andamento degli interventi e mi e' dispiaciuto molto che nessuno degli intervenuti abbia avuto l'idea di richiamare cio che veramente ci "contraddistingue al peggio " rispetto a tutti i poveri della Calabria e della Sicilia, ossia i 200 chilometri di mare che ci separano dall'Italia e dall'Europa.

Pubblicato in News Sardegna
Venerdì, 12 Luglio 2013 22:34

A Marrubiu per affilare gli artigli!

marrubiuSarà il Sindaco dott. Andrea Santucciu a guidare la "rivolta" dei comuni sardi verso la Zona Franca al Consumo. Dal palco dell'Anfiteatro di Piazza Salvietti di Marrubiu il suo appello a tutti i sindaci della Sardegna, accompagnato dai sempre presenti dottoressa Randaccio, avvocato Scifo ed Antioco Patta, affinché deliberino al più presto per dare attuazione a quanto previsto dal Dlgs 75/98. Il dibattito  si svilupperà proprio sui vantaggi della Zona Franca quali l'abbattimento del costo dell'energia e dei trasporti, la ridefinizione delle condizioni di fiscalità adeguate alle esigenze del territorio sardo, la eliminazione o riduzione di imposte che limitano la produzione e le imprese economiche,  ecc. L'appuntamento è per le ore 20.30. Si prega di coinvolgere anche altri sindaci dei vari comuni della Sardegna per seguire l'esempio di Santucciu e della sua Giunta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in News Sardegna

Perchè alla Sardegna competono i diritti speciali sui generi che fruiscono di particolari agevolazioni fiscali, inizialmente previste a favore dei Comuni di Livigno,Gorizia e Savogna d’Isonzo ai sensi della legge 762\1973

Pubblicato in News Sardegna
Sabato, 29 Giugno 2013 09:23

Birra senza IVA a San Gavino

 

Continuano le iniziative indipendenti dei piccoli commercianti per vivere la Zona Franca: Questa volta è il Bar Congia di San Gavino che  organizza una birrata senza IVA alle 20.30 di Sabato 29 Giugno. La serata è promossa dal Comitato Pro Zona Franca Integrale del Medio Campidano.

Appunto della Dott.ssa Maria Rosaria Randaccio: "Il commerciante che ha promosso l'iniziativa ha tra le mani una copia del fac simile che ha distribuito ad alcuni partecipanti alla serata organizzata a S. Gavino da Andrea Ortu per il Movimento Medio Campidano la scorsa settimana. Infatti nel suddetto documento è contenuto il seguente richiamo normativo in base al quale possiamo chiedere all'Agenzia delle Entrate la restituzione - IN COMPENSAZIONE - dell'IVA pagata e di altre tasse in questi ultimi 14 anni, in quanto trattasi di tributo non dovuto dai territori dichiarati Zona Franca ai sensi della Legge n.122/1983 art. 1, dove si prevede che coloro che risiedono in zone franche possono richiedere la restituzione dell'IVA pagata e non dovuta ai sensi dell'art. 38 bis del D.P.R. n. 633/1972, e se andiamo a leggere il suddetto articolo, - come formulato nel suo testo storico allora vigente - scopriamo che prevedeva che potevano ottenere il rimborso dell'IVA pagata, e non dovuta, coloro che si trovassero nelle condizioni previste dall'art. 30 dello stesso D.P.R. n. 633/1972 (consultare testo storico) e il suddetto art. 30 prevedeva, e tutt'ora prevede, che ai sensi dell'art. 7 del D.P.R. n. 633/1972, ai residenti in territori considerati extradoganali e a quelli equiparati agli stessi ai sensi dell'art. 2 del D.P.R. n. 43/1973, si applica lo stesso regime fiscale previsto per il territorio regime di Livigno e Campione d'Italia, ossia la zona franca al consumo prevista dalla Legge n.1438/1949 e dalla Legge n.762/1973 ed estesa ai territori con identiche problematiche dall'art. 20 bis della Legge n.28/1965. Speriamo di trovare nell'isola della Sardegna altri commercianti coraggiosi, che magari si prendono anche la briga di andare a consultare (prima di procedere) il proprio commercialista a cui dovrebbero chiedere quale diverso significato attribuisca alle norme succitate in alternativa a quelle da noi invocate."

Pubblicato in News Sardegna

 

Otto milioni di euro, a tanto ammonta la maximulta che l'Antitrust ha inflitto a quattro compagnie navali che tra il 2010 e il 2011 si erano accordate per aumentare le tariffe almeno del 65% con danni incalcolabili al settore turistico e logistico. Moby, GNV e SNAV avevano allineato con precisione millimetrica i listini, con aumenti che sono arrivati a toccare la soglia dell'80%, come spiega l'Antitrust nelle 57 pagine dell'impianto accusatorio.

Quasi ovvia la risposta delle compagnie, che si difendono dichiarando che gli aumenti sono stati assolutamente svincolati da qualsiasi accordo e che la necessità di gonfiare le tariffe si è manifestata solo nel momento in cui i carburanti hanno avuto un sovrapprezzo del 40%.
Ma i cittadini non ci stanno. Le numerosissime segnalazioni arrivate all'Antitrust denunciavano la stessa singolare situazione: è possibile che contemporaneamente aumentino tutti i biglietti di tutte le compagnie navali operanti da/per la Sardegna e che i prezzi si differenzino giusto di qualche centesimo tra loro?

Secca la replica dell'Antitrust: un aumento tanto simultaneo quanto significativo ha una sola motivazione, un accordo ben concertato.

Pubblicato in News Sardegna

 

Antonio Cerina e Alberto Farci hanno scritto questo articolo per Agenzia Stampa Italia.


Sardegna - Vista la situazione geopolitica internazionale ed interna, di grave instabilità politica ed economica, e di rottura degli equilibri socio-economici che in passato avevano garantito una coesione sociale, (pur con l’esistenza di problematiche di rilievo), oggi verifichiamo una persistente crisi che ha portato l’Europa e in particolare il nostro paese a dei livelli di declino mai raggiunti prima, sui quali non sembra esserci alcuna soluzione politica adeguata, per poter rimediare all’attuale situazione.
Guardando in particolare alla nostra isola rileviamo che in passato il governo regionale si è dimostrato incapace di arginare un fenomeno di preesistente crisi economica, occupazionale e sociale per quello che riguarda la natura dei provvedimenti adottati.
Soltanto recentemente si è in individuata con forza un opportunità, che potrebbe determinare, se ben indirizzata con i giusti contenuti, un evoluzione positiva della situazione socio-economica della Sardegna, che rappresenterebbe l’apertura di un capitolo del tutto nuovo e stimolante nella storia e nelle iterazioni geopolitiche e sociali della nostra isola.

Leggi tutto l'articolo >>

Pubblicato in News Sardegna
Lunedì, 15 Aprile 2013 13:44

Cosa puoi fare per la Zona Franca?

 

Anche tu costituisci un elemento prezioso per la Zona Franca Integrale! Puoi fare un sacco di cose!

Documentati

Questo è essenziale, non partire con il piede sbagliato! Su questo sito trovi tutte le novità sulla situazione attuale della Zona Franca e tutte le leggi che ti occorrono per essere preparato dal punto di vista del diritto italiano ed europeo!

Condividi

Condividi come e quando vuoi... e puoi! Non solo sui social network, ma anche con i tuoi amici, i tuoi parenti, rompi le scatole a tutti insomma, ne vale la pena! In questo sito c'è un'apposita sezione in cui puoi scaricare tutto il materiale che ti occorre, compresi i volantini e i manifesti. Un'idea in più? Fotocopiali e distribuiscili a chi desidera essere informato come te!

Partecipa

Contatta il referente della tua provincia se desideri partecipare attivamente e presenziare ad uno o più dei tantissimi incontri che la Dott.ssa Randaccio, l'Avv. Scifo e gli esponenti del Movimento Zona Franca organizzano in tutta la Sardegna. Oppure iscriviti alla Newsletter di questo sito. Imparerai molte informazioni preziose e ti renderai conto di quante persone stanno combattendo per questo nostro diritto sancito dalla legge!

Sostieni
Puoi sostenere il Movimento Zona Franca attraverso il tesseramento, oppure inviando un piccolo contributo a questo sito attraverso Paypal nel modulo che trovi a destra nelle pagine. Il denaro ricevuto finanzia il materiale cartaceo di informazione e le spese di questo sito. Ti ringraziamo fin da ora per quello che potrai fare!

 

Pubblicato in Movimento
Pagina 8 di 8

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign