zona-franca-sardegna-logo

Pubblichiamo un brano tratto dal blog di Roberto Carta intitolato "Francesco Pigliaru: Sardegna partiamo da una zona franca nel Sulcis", che risale all'ottobre scorso, quando ancora non si aveva notizia alcuna della candidatura del prof. Pigliaru al posto della vincitrice delle primarie Francesca Barracciu.


"Francesco Pigliaru (su La Nuova Sardegna del 6 ottobre 2013) afferma che la zona franca, al di là delle preoccupazioni normative (si può fare o no?) o dell’impatto sulle entrate regionali (chi pagherà sanità e trasporti?), è un tema che va approfondito sopratutto in termini di capacità o meno di far ripartire l’economia. Tali vantaggi fiscali, per imprese e consumatori, possono accelerare la ripresa economica? Può essere un buon inizio ma non sufficiente dice Pigliaru.

Pubblicato in News Sardegna

Pubblichiamo questa bella lettera giunta in Redazione oggi e la risposta che la dottoressa Randaccio ha voluto dare a questo ragazzo che segue le vicende della sua terra da lontano.

Pubblicato in News Sardegna

Zona franca Santu Lussurgiu15 luglio è stato varato ufficialmente il Comitato Promotore Santu Lussurgiu Zona Franca, è stato eletto anche il direttivo che da oggi opererà insieme a tutto il Comitato per sostenere e divulgare l'informazione della Zona Franca Integrale. A breve inizieremo a distribuire anche materiale informativo a riguardo, in modo che anche i cittadini poco avvezzi all'uso informatico possano avere nozioni della ZFI.

Pubblicato in News Sardegna

 

Grande fermento a Roma dove i manifestanti stanno sventolando le bandiere dei Quattro mori per rivendicare il loro diritto ad ottenere la Zona Franca Integrale. Sono presenti 77 sindaci.

Con l'inno della Brigata Sassari è arrivato il gruppo di Andrea Impera, in corteo: "Noi siamo venuti quì e non ce ne andiamo finchè non riconoscono il nostro diritto. Noi rappresentiamo tutti coloro che per motivi economici non sono quì, specialmente per loro".

Il Presidente Cappellacci ha chiamato Letta con il megafono, in mezzo alla folla.

 

Pubblicato in News Sardegna

 

Lunedi 24 giugno 2013, in concomitanza con l'iniziativa di Roma, alla quale il Movimento zona franca partecipa numeroso e determinato, si terrà una manifestazione di appoggio anche in Sardegna. Le comunicazioni e le autorizzazioni sono state formalizzate dal gruppo di Oristano presso la varie autorità competenti. 

Tempi e modalità sono state messe a punto e sono le seguenti:

Ore 09.00 raduno a S. Cristina di Paulilatino.
Ore 09.30 partenza in corteo di autovetture con la collaborazione delle forze di polizia lungo la SS 131 verso il Porto Industriale S.Giusta-Cirras.
Ore 10.30 arrivo nel piazzale antistante, sit-in e consegna documento a Dogane, Capitaneria di Porto e Consorzio Industriale.
Ore 11.00 partenza per piazzale antistante la Prefettura di Oristano. 

Ore 11.30 conferenza stampa ed audizione con consegna documento in Prefettura ed all'Amministrazione Provinciale.

Ore 12.30 riflessione comune sulla giornata e decisioni in rapporto ai risultati dell'incontro di Roma con il governo nazionale.....PREVISTE COMUNICAZIONI IMPORTANTI.....
Ore 13.00 fine manifestazione 

Pubblicato in News Sardegna

 

La dott.ssa Maria Rosaria Randaccio, fondatrice del Movimento Zona Franca, ammonisce così i politici che ostacolano le azioni del Movimento: "Ai sardi creduloni, che hanno indetto delle  contromanifestazioni “CONTRO I MOVIMENTI“ che si battono con tenacia e determinazione chiedendo allo Stato Italiano, che nel  rispetto del  Principio di  Legalità sancito dalla Costituzione, voglia ottemperare ai dettami della legge che ha istituito in tutta la Sardegna la Zona Franca Integrale,  nonche’ i Diritti speciali sui beni al consumo, previsti rispettivamente dal D.lgs. n.75/98 e dalla Legge n.762/73, Movimenti che si battono con vigore e determinazione non solo in favore di tutti i sardi attualmente residenti nell’isola,  ma anche a nome dei  tanti sardi che sono dovuti emigrare per cercare quel  posto di lavoro che non potevano avevano potuto trovare nella propria  amata terra,  Movimenti che si battono anche a nome delle  generazioni future che, saranno costrette  ad emigrare questa volta per colpa nostra, se non saremo capaci di stare assieme e tutti uniti in una sola bandiera bianca, quella della Zona Franca. 

Suvvia, smettiamo di credere alle favole! Oramai la destra e la sinistra  sono la stessa identica cosa, la divisione sulle ideologie è stata creata ad arte e serve solo per  dividere la gente - credulona - e lasciare il potere sempre in mano alle stesse persone! Chi comanda veramente in  Italia ed in Europa,  sono solo  dei sistemi bancari che controllano i partiti e la comunicazione e che finanziano le campagne elettorali dei loro uomini collocati sia nei partiti di destra che in quelli di sinistra compresi quelli di centro indipendentisti e grillini! Organizzazioni Bancarie che da sempre cercano di comprarsi la Sardegna…… senza i Sardi! L’abbiamo capito bene o noooooooooooo?

Noi con la Zona Franca smetteremo di essere sudditi dell’Italia, dei Partiti, e di tutte quelle organizzazioni che ci dividono per poterci avere in pugno oramai da 64 anni!! ………per poterci indurre a fare delle cose addirittura contro i nostri stessi interessi e quelli  dei nostri figli e nipoti! Non cadiamo nella loro trappola!! Solo noi,  se saremo capaci di restare uniti, come movimenti che si battono assieme  per ottenere la Zona Franca Integrale e al Consumo, possiamo garantire a tutti i sardi  residenti e agli emigrati che vorranno tornare a vivere nella loro Piccola Patria, un posto di lavoro dignitoso, sicuro, e ben retribuito, mentre gli altri che organizzano le contromanifestazioni (magari con ricatto) possono garantirvi lavori precari, consulenze a termine.

 

 

 

 

Pubblicato in News Sardegna
Lunedì, 17 Giugno 2013 18:05

Organizzazione viaggio a Roma 24 giugno

 

Ad una settimana esatta dalla storica "Marcia su Roma" del Popolo Sardo per chiedere al Governo Italiano il riconoscimento ufficiale della Zona Franca Integrale, in tanti attendono notizie relative all'organizzazione del viaggio. Ecco un prospetto di come potersi organizzare per questa faticosa trasferta in attesa di ulteriori istruzioni da parte della Regione Sardegna. Per altre informazioni potete rivolgervi a Luciana Carta, cell.393.7498041. E' possibile anche - per non sovraccaricare i voli del 24 - anticipare la partenza al giorno precedente e pernottare in una delle tantissime strutture che la Città Eterna mette a disposizione. L'appuntamento a Montecitorio è alle ore 11.00.

 >>> SCARICA QUI IL PROSPETTO DELL'ORGANIZZAZIONE

Pubblicato in News Sardegna
Lunedì, 17 Giugno 2013 16:56

Testo ufficiale Delibera per i Comuni

 

 

I sindaci dovrebbero deliberare prima del 23 giugno prossimo dichiarando il loro territorio come "ZONA FRANCA INTEGRALE AL CONSUMO", per poter incassare i loro " DIRITTI SPECIALI".

La delibera dovrebbe essere predisposta come quella con la quale hanno dichiarato il loro territorio zona franca aggiungendo la normativa richiamata nell'allegato fac simile di delibera che ho predisposto per la Giunta Regionale.

>> SCARICA LA DELIBERA

Pubblicato in News Sardegna

 

L'impressione generale continua ad essere la stessa: troppe persone fanno della Zona Franca una questione politica. Stando almeno da quanto emerge dalla stampa di una e dell'altra fazione, pochi parlano degli interessi di una terra che sembra destinata al collasso socioeconomico, molti parlano di nomi.

Prima un PD che appare avverso alla Zona Franca a prescindere, ora i sindacati CGIL, CISL e UIL, che parlano di demagogia (Carrus, CGIL), di fregature (Ticca, UIL), unico spiraglio di dialogo invece arriva dalla CISL, ad opera della segretaria Putzolu che invita a discutere della riforma insieme alle parti sociali.


Ma è proprio dalle sigle sindacali che sembra non volerci essere alcuna partecipazione alle iniziative, che glissano l'invito a partecipare alla Manifestazione del 24 Giugno, la marcia silenziosa in cui le bandiere dei 4 mori devono ricordare allo Stato che gli impegni presi vanno mantenuti.
Tirando le somme, sembra esserci tanta avversione, ma poche proposte. Tante polemiche, ma nessuno spiraglio di dialolgo.

Troppi si dimenticano che sinistra e destra hanno già avuto eguali occasioni di battersi per il popolo

E' proprio così: troppi si dimenticano che sinistra e destra hanno avuto eguali occasioni di battersi per il popolo in settant'anni di Repubblica e ogni tanto sarebbe bello ricordare che la battaglia per la Zona Franca Integrale non sarebbe tale se non grazie all'attivismo della Dott.ssa Randaccio e dell'Avv. Scifo che - con l'irrinunciabile appoggio dei comitati - hanno avuto il coraggio di intraprendere una battaglia legale per il riconoscimento di questo diritto.


In tutto questo i Sardi si sentono rimbalzati da una parte all'altra, sconfortati, abbandonati da una classe politica che ha smesso ormai da troppo tempo di occuparsi di quello che dovrebbe essere il suo obiettivo principale: tutelare i diritti dei cittadini.

 

 

Pubblicato in News Sardegna
Sabato, 15 Giugno 2013 12:42

Primo resoconto dell'incontro a Sorso

 

Un suggestivo anfiteatro gremito di cittadini sardi, di ogni paese, di ogni religione, di ogni partito politico. Ecco il messaggio che i circa 700 hanno dato - specialmente ai detrattori ed alle malelingue - durante l'incontro organizzato a Sorso nella serata del 14 Giugno 2013.


Il Presidente Cappellacci stesso ha indossato la spilla con i quattro mori, sottolineando che questa non è la sua battaglia politica, ma la battaglia della polis, dei sardi, un modello di sviluppo economico che trascini velocemente l'isola fuori dalla spirale recessiva in cui suo malgrado versa da decenni.
I soliti avranno da dire anche su questo gesto, perchè tutto viene bollato come campagna elettorale, populismo, retorica. Come però ha precisato il Presidente stesso ieri, che il giudizio avvenga alle urne.


Per il momento occorre concentrarsi sull'obiettivo collettivo e poco importa se a perorare la causa c'è un uomo di uno o dell'altro partito: il popolo ha bisogno di risposte anche dal mondo della politica, non possiamo fare finta che siano sufficienti le sommosse popolari per rivendicare un diritto che ci spetta da più di mezzo secolo.


Il 24 Giugno è una data importante perchè vedrà presenti tutte le delegazioni a Roma, un corteo che dovrà essere SILENZIOSO, per dimostrare la dignità e la serietà del Popolo Sardo che non farà altro che ricordare al Governo la necessità di applicare le Leggi d'attuazione della Zona Franca Integrale sulla base dei criteri di insularità, bassa densità demografica e recessione, come sollecitato da Cappellacci in una lettera inviata al Consiglio dei Ministri.


Durante la manifestazione verrà fatto l'appello per constatare se tutti i sindaci che hanno deliberato saranno effettivamente presenti.


Piccoli grandi passi verso un obiettivo che vede vicina anche la realizzazione dell'Agenzia delle Entrate Sarda ed una maggiore autonomia nel settore trasporti, il cui primo successo è la condanna dell'Antitrust al risarcimento di 8 milioni di euro che le compagnie navali dovranno versare alla Regione Sardegna per la concertazione del caro traghetti nel 2010/2011 ai danni del Popolo Sardo.

Pubblicato in News Sardegna
Pagina 6 di 8

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign